Demo image Demo image Demo image Demo image Demo image Demo image Demo image Demo image Demo image

Amare

  • lunedì 28 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette: , ,
  • Amare che cos'e?
     è quello a cui tutti anelano!
    Non è possibile vivere senza amare e senza essere amati.

    Tra i tanti modi di amare c'è l'amicizia, 
    l'amore dei genitori per i figli, 
    l'amore di dedizione, 
    l'amore esclusivo di un uomo e di una donna, 
    l'amore per l'Assoluto che coinvolge tutto l'essere.

     Per scoprire la verità dell'amore tra un uomo e una donna bisogna capire che cosa attrae in lui, in lei
    L'utilità, i favori che ne puoi trarre, i suoi beni, la sua posizione sociale?
    Forse la bellezza, il piacere stando vicino a lui, a lei, o che si può sperimentare insieme?
    Forse i sentimenti?

    E' evidente che un rapporto fondato su queste basi non potrebbe soddisfare pienamente, perchè nasconde il tentativo di ridurre l'altro a strumento per l'appagamento del proprio io. 
    Paradossalmente, infatti, si continuerebbe ad essere concentrati su se stessi.

     Amare veramente significa amare l'altro per se stesso. 
    Segno di un amore autentico è prima di tutto desiderare la felicità dell'altro. 
    Non si ama l'altro solo per quello che può dare, ma prima di tutto perchè è. 
    In un rapporto di questo tipo si proveranno sentimenti forti, 
    si sperimenterà un piacere intenso e ci si aiuterà a vicenda. 
    Una relazione autentica si radica nella persona stessa, 
    al di là dei suoi difetti o delle sue qualità più appariscenti.

     Amare implica perciò una scelta libera: si decide di amare l'altro, 
    di dedicarsi liberamente e risolutamente a lui. 
    Non si può amare veramente senza far dono della propria libertà all'altro. 
    E questa scelta presuppone la reciprocità come condizione della relazione. 
    Così, cercando la felicità di chi ci ama vuol dire contribuire alla propria felicità. 
    Ecco l'amore: un dono reciproco e libero.

    Certo, non è sempre facile da vivere. 
    Siamo tutti soggetti ai cambiamenti d'umore, alla routine della quotidianità, 
    alle prove che possono sopraggiungere, anche al nostro egoismo.

     In realtà, se la nostra relazione si fonda su una scelta libera e reciproca, 
    non può che continuare a crescere. 
    L'amore non è dato una volta per tutte. 
    Il colpo di fulmine, pur essendo esaltante, è in ultima analisi un'emozione molto forte, 
    ma non necessariamente il segno di un amore profondo.

     Un amore autentico è una relazione personale. 
    Si costruisce e si approfondisce con il passare del tempo
    e con una confidenza reciproca sempre più grande. 
    Tutto questo si alimenta, 
    si rinnova di giorno in giorno attraverso gesti e atteggiamenti 
    che esprimono all'altro il posto privilegiato che occupa nella vita. 
    E le gioie, gli avvenimenti e perfino le prove vissute insieme rafforzano l'intimità, 
    che potrà crescere nella misura in cui, al di là delle difficoltà, si sarà attenti all'altro.

     L'amore, quindi, non è la semplice fusione di due persone, 
    ma il dono reciproco di due esseri liberi con tutto quello che sono; 
    corpo, psiche e spirito. 
    La logica dell'amore è aspirare a un dono pieno e definitivo. 
    Solo una decisione comune, e per la vita, dà all'amore umano 
    la possibilità di raggiungere una dimensione di assoluto e riesce a colmare il cuore dell'uomo.

    Amicizia

  • mercoledì 23 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette: ,
  • Quando pensi che le cose non vadano come devono andare, 
    quando ti rendi conto che devi dare una svolta alla tua situazione, 
    quando hai bisogno che qualcuno ti capisca, chiami un amico... 
    E ci sono periodi in cui hai bisogno che lo stesso amico comprenda 
    che non hai voglia di fare le cose di sempre, 
    che hai altri pensieri, 
    altre preoccupazioni.
    Ci sono giorni in cui anche l'amico non è in grado di aiutarti 
    perchè non hai voglia di essere aiutato 
    o semplicemente perchè hai voglia di combattere delle battaglie da solo ,
    del resto... le tue battaglie sono tue...
    Ma " cosa è amicizia?" 
    Siamo davvero così superficiali da pensare che amico è solo colui con il quale uscire, 
    vedersi e soprattutto che sia facile trovarne uno, uno nuovo. 
    L'amicizia è un nuovo impegno richiede sacrificio e gioia di stare insieme 
    come qualsiasi altro rapporto e forse anche più di qualsiasi altro rapporto. 
    Il punto è che diversamente da altri legami affettivi 
    si richiede all'amico di saper comprendere e di sapersi sacrificare.
    L'amicizia è libertà... 
    Vuol dire saper aspettare quando serve, 
    vuol dire non pretendere. 
    Credo che voglia dire semplicemente.. 
    "ehi sono qua ti aspetto, lo faccio perchè ti conosco e ti voglio bene".

    Felicità

  • sabato 19 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette: ,
  • La vita viene spesso definita "un libro", le cui pagine, bianche, aspettano di essere scritte, 
    ma non è semplice come sembra: trovare i giusti colori per dipingere su quel foglio è difficile.. 
    Paura di deludere le nostre aspettative, paura di disattendere le aspettative di chi ci è vicino..
    Non so se esiste la felicità completa..
    Spesso la nostra felicità personale è a scapito di qualcun altro e allora non si puó ritenerla tale...
    ma non possiamo ritenerci felici se ci proibiamo di qualcosa per rendere felici qualcun altro.
    A volte si agisce per gli altri, 
    a volte per noi..
    ma quale sia la soluzione giusta non lo so ancora; 
    forse è giusto che sia il tempo a porci d'avanti una soluzione ai tanti quesiti che ci formuliamo.. 
    Forse inconsapevolmente teniamo lontana questa felicità, per paura di perderla dopo averla trovata, 
    e quindi, 
    ci accontentiamo di guardarla da lontano.
    Così come quando dicono:
    "per te devi pretendere il meglio"
    Ma qual'è il nostro meglio?
    Non possiamo saperlo questo, e non c'è nessun'altro che possa saperlo per noi, 
    neppure quelle persone che ci vivono ogni giorno e che ci amano!
     Esiste uan felicità che rende tutti felici, 
    ma non tutti hanno il privilegio di ottenerla, 
    raggiungerla.....

    Non ci incontreremo mai

  • giovedì 17 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette:

  • Non ci incontreremo mai.....
    Narra una leggenda cinese di due amanti che non riescono mai a unirsi.
    Si chiamano Notte e Giorno. 
    Nelle magiche ore del tramonto e dell'alba gli amanti si sfiorano e sono sul punto di incontrarsi, 
    ma non succede mai.
    Dicono che se fai attenzione, puoi ascoltare i lamenti e vedere il cielo tingersi del rosso della loro rabbia. 
    La leggenda afferma che gli Dei hanno voluto concedere loro qualche attimo di felicità; 
    per questo hanno creato le eclissi, 
    nel corso delle quali gli amanti riescono a unirsi e fanno l'amore.
    Ora abbiamo capito che non ci incontreremo mai più, 
    che siamo condannati a vivere separati, che siamo la Notte e il Giorno.

    David Trueba

    Episodi di vita

  • domenica 13 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette: ,
  • Mentre scorrevo la home di facebook ho notato che tra le amicizie ho una donna che ha un cognome che mi ha riportato alla memoria un episodio di tanti anni fa.
    Non ricordo il perché ma passeggiavo con Giacomo in via Regina Margherita. 
    Niente di più normale. Quel burlone del mio ragazzo mi propone di prendere un caffè....
    " c'è un bar proprio qui, bar Tocci"
    Mi volto, la porta è aperta ed entro. Non potevo vedere la mia faccia, ma ho letto la mia espressione nei visi delle persone che erano li dentro...un grande punto interrogativo.
    Mi aspettavo l'aroma del caffè, il rumore dei bicchieri, il chiacchiericcio dei clienti, bottiglie negli scaffali; ma nulla di tutto ció!!!! Ma giacconi appesi, felpe,pantaloni.
    Nessuna parola è uscita dalle mie labbra, nessun saluto cortese: sono rimasta come un'ebete sulla soglia. Dall'esterno solo le risate di Giacomo....mi sono voltata e sono uscita, ho guardato in su per leggere l'insegna: BARTOCCI SPORT!!!!!!
    e lui che ancora ride.......

    SLIDING DOORS

  • Marta
  • Etichette:
  • C'era una volta una bimba,dai riccioli color miele....o così le dicevano......quella bimba ero io.....
    ma tranquilli, non voglio raccontare 32 anni di vita....ma ero qui a ripensarci ed è proprio vero, la vita a volte è un pó come "SLIDING DOORS"...
    Ed era una fredda e umida mattina di marzo, 6.:30 del mattino, per qualcuno ancora notte, ma Marta e Antonella sono alla fermata ad aspettare la linea TLC ( per molti di voi sarà qualcosa di oscuro, in realtà una delle linee di autobus militari che collegavano il posto sperduto in cui abitavo, alla città, al posto di lavoro, all'università, nel mio caso).
    Strano caso del destino ha voluto che quella mattina,le due amiche salissero su un autobus e improvvisamente,dopo più di un'ora, si accorgono che accidenti, il tragitto è diverso...
    Come biasimarle, gli autobus sono tutti uguali, se non per un cartello in basso sul parabrezza e l'ora non aiuta la mente...prese dal discorso si ritrovano a guardare fuori dal finestrino...ma dove siamo??? Si chiedono allarmate!! Non c'è Corso Francia, non c'è il Flaminio....ma il Coni...Se ne devono essere accorti altri e dal fondo una voce.....
    "Vi dico io dove scendere"
    Non nascondo che in quel momento le parole le ho sentite poco, ma la voce quella si...profonda.....solo dopo ho visto che apparteneva ad un ragazzo alto, occhiali scuri, distinto, con un vestito grigio e gambe, beh si, muscolose, ma.....storte! come le gallerie, quelle dei treni...uguale.... Va bene che giocava a calcio, ma secondo me ci è nato!! La prima impressione è stata quella  di uno convinto, di quelli "so tutto io" ma la voce, quella si, mi sarebbe rimasta a lungo nella mente.
    Ecco in questo modo ho conosciuto mio marito!!!
    Se non avessi sbagliato autobus, se non mi fossi fatta prendere dal panico forse non sarebbe mai accaduto che ci notassimo....
    Da quel giorno è stata una ricerca continua...

    You're different

  • Marta
  • Etichette: ,
  • Per quello che vale non è mai troppo tardi, 
    o nel mio caso troppo presto, 
    per essere quello che vuoi essere non c'è limite di tempo, 
    comincia quando vuoi; 
    puoi cambiare o rimanere come sei, 
    non esiste una regola in questo.. possiamo vivere ogni cosa al meglio o al peggio, 
    spero che tu viva tutto al meglio, 
    spero che tu possa vedere cose sorprendenti, 
    spero che tu possa avere emozioni sempre nuove, 
    spero che tu possa incontrare gente con punti di vista diversi, 
    spero che tu possa essere orgogliosa della tua vita, 
    e se ti accorgi di non esserlo, 
    spero che tu trovi la forza di ricominciare da zero.

    Essere

  • giovedì 10 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette:
  •  E ho scoperto che non è difficile essere come gli altri ci vorrebbero; 
    basta solo annientarsi come persone, 
    non essere coerenti con se stessi, 
    dimenticare di avere un cuore che sente, 
    una mente che pensa,un'anima che vive.....
    È molto più difficile difendere il proprio essere, 
    sempre e comunque... 
    Essere pienamente in sintonia con i propri desideri,
    difendere la propria libertà...e perché?? 
    Forse che è più semplice farsi amare per quello che è un'immagine di noi......?? 
    Oppure orgogliosi di noi stessi, evitare di modificarci?

    8 Marzo Festa delle Donne

  • mercoledì 9 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette:
  • Lettera del papa Giovanni Paolo II alle donne, festa 8 marzo

  • Marta
  • Etichette: ,
  • Buonanotte

  • domenica 6 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette: ,
  • E la notte si avvicina.
    La città è ancora sveglia, 
    Roma che di notte è fantastica,
    le luci le conferiscono un non so che di magico. 
    Gente che cammina, si incontra, si saluta, si abbraccia...
    vestita di mille colori, come fiori nel più rigoglioso dei prati.
     I monumenti che si stagliano imponenti contro il buio e invitano a sognare.
    E auguro a tutti di sognare,
    Di amare senza inibizioni,
    Di abbandonarsi agli abbracci dell'amato/a,
    Di ammirare il sonno profondo dei figli, 
    di lasciarsi cullare dal loro respiro,
    Di godere dei silenzi,dei sospiri, dei brividi,
    Di abbandonare le negatività,
    Di augurarsi che il risveglio sia sereno,ridente.
    Sogni d'oro

    Leggere

  • Marta
  • Etichette: ,
  • Ho ritrovato il tempo di leggere,ritaglio tutti i momenti possibili....
    "Leggere mette in moto tutto dentro di te: fantasia, emozioni, sentimenti. 
    E' un'apertura dei sensi verso il mondo, 
    è un vedere e riconoscere cose che ti appartengono e che rischiano di non essere viste. 
    Ci fa riscoprire l'anima delle cose. 
    Leggere significa trovare le parole giuste, 
    quelle perfette per esprimere ciò a cui non riuscivi a dare una forma."
     Nei libri le parole di altri risuonano come un' eco dentro di noi, perchè c'erano già. 
    E' la conoscenza di cui parlava Platone, quella che già ci appartiene, che è dentro di noi.
    Leggere ti apre a mondi sconosciuti, 
    ti porta in epoche future o passate, 
    negli ambienti più diversi, 
    e tu diventi parte di quel mondo e la storia del protagonista diventa la tua storia....
    e i personaggi prendono vita attraverso te e puoi assumere le forme più diverse, 
    puoi sognare, senza temere giudizi, condizionamenti, senza rimanere imbrigliato nelle convenzioni.
    Leggere è.....punto....

    Il gioco degli dei

  • sabato 5 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette: ,
  • Gli dei lanciano i dadi, ma non domandano se vogliamo partecipare al gioco.
    Non vogliono sapere se hai lasciato un uomo, una casa, un lavoro, una carriera, un sogno.
    Gli dei non badano al fatto che tu vuoi avere una vita in cui ogni cosa sia al proprio posto,
    in cui ogni desiderio si possa esaudire con il lavoro e la pertinacia.
    Gli dei non tengono conto dei nostri piani e delle nostre speranze.
    In qualche luogo dell'universo, loro lanciano i dadi e, casualmente, vieni scelto tu.
    Da quel momento in poi, vincere o perdere è solo questione di opportunità.
    Gli dei lanciano i dadi e liberano l'amore dalla sua gabbia.
    Questa forza può creare o distruggere, a seconda della direzione in cui soffiava il vento
    nel momento in cui si è liberata dalla prigione. L'amore può condurci all'inferno o in paradiso,
    comunque ci porta sempre in qualche luogo. É necessario accettarlo, perchè esso
    è ciò che alimenta la nostra esistenza.
    Se non lo accettiamo, moriremo di fame pur vedendo i rami dell'albero della vita carichi di frutti:
    non avremo il coraggio di tendere la mano e di coglierli.
    É necessario ricercare l'amore la dove si trova, anche se ciò potrebbe significare ore,
    giorni, settimane di delusione e di tristezza. Perchè nel momento in cui partiamo in cerca dell'amore,
    anche l'amore muove per venirci incontro. E ci salva. E nell'amore non esistono regole.
    Possiamo tentare di seguire dei manuali, di controllare il cuore, di avere una strategia di comportamento.
    Ma sono tutte cose insignificanti. Decide il cuore.
    E quando decide è ciò che conta.
    Paolo Coelho

    Shhhhhhhh!!!!

  • giovedì 3 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette: ,

  • Shhhhhhhh!!!!
    È notte. I miei piccoli dormono. 
    Ora posso avere del tempo per me. 
    Posso ascoltare il silenzio della casa, 
    farmi avvolgere dai miei pensieri che nella vita frenetica della giornata non riesco a sentire.
    E poi arriva Morpheo.....
    ma sono combattuta....
    mi ci abbandono e mi lascio cullare dalle sue braccia....
    .ma poi sarà subito domani....
    Oppure gli resisto x inebriarmi delle sensazioni che porta la notte,
    il buio.....
    Ahahahahah.....vince quasi sempre lui.....
    NOTTE....

    Tempo

  • Marta
  • Etichette: ,

  • Le giornate continuano ad essere uggiose...il cielo è denso di nubi,nere,tristi. 
    Ma presto lasceranno il posto ad un cielo limpido,ad un sole che timidamente inizierà a riscaldare.
    E come il tempo tutto è in continuo divenire,
    in continuo mutamento 
    e i miei figli probabilmente non conosceranno mai cose che quando ero bambina erano la quotidianità.
    Ma gli affetti no,
    quelli rimarranno immutati nel tempo.
    L'amore potrà cambiare forme ma sarà sempre quel sentimento che ti riscalda il cuore.

    Col cuore

  • Marta
  • Etichette: ,

  • "E cosa c'è di bello nella coppia scusa?"
     

    "La complicità, il senso di appartenenza. A me, per esempio, piace conoscere una persona a memoria"
     

    "Come ti piace conoscere una persona a memoria? E la routine? La monotonia? Che cos'hanno de bello?"
     

    "No, non parlo di routine o monotonia, ma di sapere a memoria una persona. Non so come spiegartelo, è come quando studi le poesie a scuola, in quel senso intendo a memoria"
     

    "Questa non l'ho capita"
     

    "Ma si dai, come una poesia. Sai come si dice in inglese studiare a memoria? By heart, col cuore. Anche in francese si dice par coeur... ecco, in questo senso intendo. Conoscere una persona a memoria, significa, come quando ripeti una poesia, prendere anche un po' di quel ritmo che le appartiene. Una poesia, come una persona, ha dei tempi suoi. Per cui conoscere una persona a memoria significa sincronizzare i battiti del proprio cuore con i suoi, farsi penetrare dal suo ritmo. Ecco, questo mi piace. Mi piace stare con una persona intimamente perché vuol dire correre il rischio di diventare leggermente diversi da se stessi. Alterarsi un po'. Perché non è essere se stessi che mi affascina in un rapporto a due, ma avere il coraggio di essere anche altro da sé. Che poi è quel te stesso che non conoscerai mai. A me piace amare una persona e conoscerla a memoria come una poesia, perché come una poesia non la si può comprendere mai fino in fondo. Infatti ho capito che amando non conoscerai altro che te stesso. Il massimo che puoi capire dell'altro è il massimo che puoi capire di te stesso. Per questo entrare intimamente in relazione con una persona è importante, perché diventa un viaggio conoscitivo esistenziale".
    Da: Il giorno in più
    Fabio Volo

    In The Arms Of The Angel

  • mercoledì 2 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette:
  •  

    Perchè ogniuno di noi ha un Angelo Custode 
    che ci prende per mano
    Perchè è più facile sopportare il dolore se sappiamo che 
    non siamo soli
    Perchè si ha sempre bisogno di sentire una mano sulla spalla,
    perchè ci si trova spesso a parlare con se stessi
    come se qualcuno fosse lì a raccogliere i nostri pensieri

    A te

  • Marta
  • Etichette:
  • A te,che quando mi guardi sai già cosa mi frulla per la testa.....
    Dieci anni che ci conosciamo e non mi hai mai delusa. 
    La vita non è stata molto clemente con te,
    eppure tu non hai mai perso il tuo sorriso. 
    La tua risata,fragorosa,non ti abbandona mai e io so che il tuo cuore a volte piange. 
    E vorrei stringerlo forte,
    cullarlo.
    A te che affronti la vita con tenacia,
    che cogli sempre il lato positivo,
    che non conosci la resa,
    che ami con passione,con calore.
    A te che nonostante ti dimostri forte con tutti,
    hai le tue fragilità.
    Ti voglio un mondo di bene

    Emozioni

  • Marta
  • Etichette: ,
  • Uno sguardo che penetra l'anima
    Una parola che riscalda in cuore
    Una foto che evoca ricordi.....
    ......EMOZIONI

    Donne in rinascita

  • Marta
  • Etichette: ,


  • Fabio Volo

    Ai miei cuccioli

  • martedì 1 marzo 2011
  • Marta
  • Etichette: , ,
  • video

    Destino

  • Marta
  • Etichette: ,
  • Ed è proprio vero che quando è il destino a metterci del suo!!!! 
    Non ci saremmo mai incontrati, 
    solo un puro caso...un autobus preso per sbaglio,
    una voce sentita in lontananza che mi ha fatto voltare,
    l'attesa al solito posto.....un passaggio in macchina...
    Ci hai messo un pó ed ora abbiamo due splendidi figli 
    e una vita che seppure non semplice...
    è la nostra!!

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...